07/09/2002

...E DOPO TUTTI A NANNA


2002_09_07_139

per bambini di tutte le età


Quando il sole tramonta e la notte - carica di ombre e di misteri - si fa più vicina, non c'è niente di meglio che infilarsi sotto le coperte. Ma come facciamo ad addormentarci, se non c'è nessuno che ci racconta una storia? Quest'anno tocca agli scrittori presenti al Festival mettere a letto i bambini con una favola.


English version not available

Italiano

Ironico e garbatamente istrionico, Luca Scarlini fa il suo ingresso, aprendosi un varco fra i bimbi, accovacciati sulla ghiaia e persino nelle aiuole del cortile di via Frattini. Gli adulti, i primi ad arrivare, sono numerosi fra il pubblico, ed attendono, come i piccoli, l'ospite di stasera: un danese altissimo, che voleva diventare un ballerino, ma riuscì a trarre «fiabe da un ago da rammendo» (Thorvaldsen). Con l'accompagnamento di walzer coevi e musiche di Schumann, Scarlini dipana le tessiture narrative di Hans Christian Andersen, iniziando da "I vestiti nuovi dell'imperatore", passando attraverso "La Principessa sul pisello" e "La teiera", fuori programma, e concludendo con "La rosa dalla tomba di Omero", una fiaba inedita. Scarlini si congeda dal Festivaletteratura, augurando la buona notte, «...e dopo tutti a nanna».

1Persone correlate

1Luoghi collegati