04/09/2003

LE EMOZIONI CHE CI PORTANO AD AMARE, LE EMOZIONI CHE CI PORTANO A RIFIUTARE


2003_09_04_025

La depressione può essere ormai considerata una malattia sociale, che nei suoi eccessi ha spinto a molti degli eventi criminosi che tanto hanno impressionato l'opinione pubblica. La crisi depressiva colpisce causando spesso uno sconvolgimento emotivo che porta dalla gioia al dolore, dalla nostalgia alla malinconia, dalla mitezza all'aggressività e alla distruttività. Eugenio Borgna, già docente di Clinica delle malattie nervose e mentali presso l'Università di Milano e autore di "L'arcipelago delle emozioni", ne parla con Enrico Baraldi, medico psichiatra.


English version not available

Italiano

«Tempo denso» è stato definito quello trascorso con Eugenio Borgna durante l'evento che lo ha visto protagonista. Un evento, in effetti, particolarmente ricco da più punti di vista: umano, professionale, emotivo, culturale. Un'immagine allo specchio dello stesso Borgna: un uomo dall'aspetto sereno e profondo, un medico di grande esperienza, un filosofo appassionato. Il filo conduttore di questo interessante e particolare incontro è stata la ricostruzione di una sorta di percorso evolutivo della psicanalisi - dalla paura nei confronti del dolore e della tristezza all'accettazione e alla comprensione delle sue più dirette espressioni, la solitudine e la depressione - tracciato a partire dalle citazioni di filosofi e soprattutto di pazienti, affidate ad una voce recitante. Questa particolare scelta è data dal voler ritrovare un nuovo approccio alla psicanalisi, di recente giunta al compimento di una rivoluzione copernicana, allo scopo di far comprendere ciò che c'è di più misterioso: l'uomo è il suo enigmatico, e molto spesso inquietante, «arcipelago di emozioni».

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati