04/09/2003

ALMA O L'ARTE DI ESSERE AMATA


2003_09_04_054

Una conferenza-spettacolo son et lumière di Luca Scarlini



Alma Schindler è una girandola di nomi, una vertigine di maschere, una sintesi della straordinaria stagione culturale austriaca «fin de siècle». Due narratori, Max Phillips e Torgny Lindgren ne hanno nuovamente affrontato, da punti di vista diversissimi, l'accidentata biografia, sottolineando il fascino immutabile di un personaggio ambiguo e polimorfo, che, come una straordinaria "Alice nel Paese delle Meraviglie" del Moderno, ha istituito un dialogo complesso e articolatissimo con la creazione artistica. Luca Scarlini racconterà questo destino esemplare per immagini, dando spazio alle straordinarie musiche da lei composte, che Gustav Mahler, marito e despota, prima occultò e poi, pentito, contribuì a divulgare.


English version not available

Italiano

Immagini, suoni e parole per Alma Schindler nella splendida cornice del Teatro Bibiena. Immagini e suoni che partono della Secessione viennese, per portare all'Espressionismo e poi oltre, a seguire le tappe della vita e degli amori di questa donna. Donna che cercò sempre di seguire il suo amore per la musica, e a cui regolarmente vennero tarpate le ali. L'incontro è partito dal suo apprendistato nel mondo musicale, per proseguire poi secondo il percorso rettilineo di una vita tumultuosa, conclusosi con il suo divenire testimonianza vivente di quella gloriosa epoca artistica, e dei retroscena che ne hanno fatto parte. A condurre l'evento (con classe e competenza) Luca Scarlini, molto preciso nell'esposizione dei fatti, quanto gustoso nel rivelare particolari curiosi della vita di Alma Schindler, in questi ultimi tempi riscoperta dal mondo artistico a cui le era sempre stato negato l'accesso.

1Persone correlate

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati

1Enti correlati