05/09/2003

Aidan Chambers con Rita Valentino Merletti

2003_09_05_080

Aidan Chambers, oltre ad essere un popolare autore di libri per l'infanzia, si dedica alla formazione di insegnanti ed operatori per stimolare i ragazzi a leggere. Su questo argomento ha pubblicato il libro "Come imparare a leggere i libri con i ragazzi". Insieme a Rita Valentino Merletti ("Leggere ad alta voce"; "Libri e lettura. Da 0 a 6 anni"), parla di promozione alla lettura in un incontro che si rivolge principalmente ad insegnanti, educatori, bibliotecari e genitori.


English version not available

Italiano
Inglese

Aidan Chambers, introdotto da Rita Valentino Merletti, ha esposto le strategie chiave da usare affinché venga tenuto alto il valore della lettura e della trasmissione della cultura scritta soprattutto a scuola. Ha sottolineato l'esigenza, che le giovani generazioni hanno, di essere «sedotte» sin da piccole dalla letteratura per continuare ad esserne innamorate da adulte. Proprio gli adulti sono stati esortati, dallo stesso autore, a non esimersi dalla responsabilità del proprio ruolo di interpreti narrativi di quelle storie che andrebbero raccontate dall'asilo all'università. Suggerisce quasi una posologia letteraria di una storia al giorno, che non si limiti però alla sola lettura. Il compito di ogni adulto non è infatti semplicemente quello di raccontare una storia, ma di insegnare ai bambini a interpretarla. Ecco perché l'autore ha voluto precisare che, presentando i suoi studi, non avrebbe parlato di intrattenimento ma di sopravvivenza, perché le persone che sanno leggere e scrivere hanno sempre prevalso su coloro che non sanno farlo. Portando come esempio lo sterminio della popolazione aborigena australiana a seguito dell'invasione inglese, e spiegando come sia oggi ridotta a sola presenza museale, si è soffermato a lungo sull'importanza operata nei secoli dalla divisione dei sessi nella gestione del potere e nella trasmissione della cultura. Alla domanda su chi nel tempo abbia meglio tramandato la cultura di un popolo tra maschi e femmine, Chambers ha risposto: «se sin dai tempi antichi, nelle tribù, i maschi venivano separati dalle femmine affinché solo a loro fosse permesso di accedere alle storie che contenevano i segreti su come acquisire il potere, alle ragazzine di oggi è stato lasciato tanto tempo per leggere gli altri libri, quelli che gli uomini avevano lasciato nell'armadio, perché pieni di storie minori». Subito dopo l'autore ha chiesto al numeroso pubblico presente quanti insegnanti fossero presenti e, sarà stato un caso di darwiniana selezione naturale, ma erano quasi tutte donne.

1Luoghi collegati

1Enti correlati