06/09/2003

Roberto Lucchetti con Bruno Gambarotta

2003_09_06_153

Nella percezione comune il matematico è un personaggio ombroso, senza alcun senso della realtà, nella migliore delle ipotesi un pazzo. Nell'incontro di oggi Roberto Lucchetti, docente di Analisi Matematica e autore di "Di duelli, scacchi e dilemmi", con l'aiuto di Bruno Gambarotta, dimostra come un matematico possa essere creativo, avere fantasia e stare cordialmente in mezzo alla gente.


English version not available

Italiano

La presenza di un matematico al Festivaletteratura modifica l'immagine che comunemente si ha di questa categoria e apre numerosi punti di contatto tra la poesia, in senso lato, e la scienza. Accolto dalla simpatia e dall'ironia di Bruno Gambarotta, Roberto Lucchetti, docente di analisi matematica, ha presentato il suo libro "Di duelli, scacchi e dilemmi", giunto già alla sua terza edizione. Lucchetti ha avvicinato il pubblico alle teorie dei giochi, grattacapi matematici dai nomi fantasiosi come «Il dilemma del prigioniero», che spiegano le logiche di interazione tra le persone. Riportando alcuni esempi e rispondendo alle curiosità del pubblico, l'autore e matematico ha dimostrato quante applicazioni le teorie dei giochi abbiano nella realtà e negli studi di psicologia, economia e politica, riuscendo a rendere divertente e più umana una scienza generalmente ritenuta astratta.

1Luoghi collegati