10/09/2004

IL ROMANZO DI FORMAZIONE


2004_09_10_094

Gianfranco Carofiglio è Sostituto Procuratore Antimafia e scrive romanzi. I suoi primi libri sono stati definiti legal-thriller. Senza colpi di scena spettacolari, Carofiglio ci porta a vedere, da dentro l'aula e le carte processuali, come possono diventare carnefici anche le trascrizioni e le illazioni, e come la ricerca di parole precise, di 'vero' contro 'verosimile', sia alla fine il segno più tangibile di una profonda tensione etica. Sempre sul registro del thriller, con il suo ultimo "Il passato è una terra straniera" Carofiglio si confronta con il romanzo di formazione. Lo incontra Lella Costa.


English version not available

Italiano

È possibile immaginare una coppia più curiosa di un procuratore antimafia, come Gianrico Carofiglio, e un'attrice come Lella Costa? Forse no, ma senza dubbio sono affiatatissimi e un tema serio come quello del romanzo di formazione nelle loro mani diventa un argomento accattivante. Il romanzo di formazione non è solo quello che è definito dalla tradizione letteraria, ma è anche quello che ci entra nel cuore e nella memoria, incorniciando così un momento particolare della nostra vita. In questo senso, ognuno di noi può citare non solo libri, ma anche canzoni e film, che hanno segnato la nostra 'trasformazione'. È proprio questo il filo conduttore della scorribanda indiavolata in cui Carofiglio e Costa si sono lanciati insieme al pubblico: ricordarli tutti sarebbe impossibile, sono tanti, troppi, basti dire che si è passati dall'"Odissea" ai Pooh, da "Delitto e Castigo" alle canzoni di De Gregori, da Flaubert a De Andrè. In questo tessuto variopinto si intrecciano senza sosta battute ed aneddoti, così apparentemente l'incontro assomiglia sempre più ad un allegro e, a tratti, dissacrante, 'calembour' sapientemente condotto, è proprio il caso di dirlo, dai due mattatori del pomeriggio. In ogni caso non sono mancati i momenti per qualche riflessione di tono più serio su "Il passato è una terra straniera", l'ultimo romanzo pubblicato da Carofiglio, che si può definire un romanzo di formazione a sfondo giallo. Questo perché formazione può voler dire anche commettere molti errori prima di riuscire a recuperare il senso della propria dignità e guardarsi dentro, come accade ai personaggi del romanzo.

1Luoghi collegati