10/09/2004

LA MAFIA È UN MOSTRO CHE SI NUTRE DI SILENZIO


2004_09_10_097

dagli 8 ai 12 anni


«Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini» (Giovanni Falcone). Luigi Garlando, giornalista sportivo, e Carlo Lucarelli giallista e autore di numerose trasmissioni televisive si incontrano a Festivaletteratura per dialogare tra loro e con il pubblico della capacità di raccontare storie grandi e avvincenti ispirandosi alla realtà: per esplorare, capire e non dimenticare. Interviene Maria Falcone, della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone.


English version not available

Italiano

«Si può sempre fare qualcosa». Di questo era fermamente convinto Giovanni Falcone. Per stroncare la mafia si può, ad esempio, scrivere un libro per bambini e confidare nella loro purezza. Si può parlare, ascoltare, porre domande e sottolineare che il silenzio rinforza il tentacolare mostro. Luigi Garlando e Carlo Lucarelli hanno pensato che valesse la pena dire la loro e, con estrema disponibilità, hanno trascorso due ore del pomeriggio del 10 settembre per spiegare a ragazzi e adulti cosa sia realmente la mafia, quanto vincolante sia il patto di sangue che si stipula al momento dell'iniziazione e quanto drammatica sia la paura che fa ammutolire. Giovanni Falcone non era ben visto dai suoi concittadini palermitani: provocava troppi disagi al quieto ordine pubblico eppure, nonostante le meschinità che gli sono state riversate, il suo sogno continua a vivere.

1Luoghi collegati

1Enti correlati