08/09/2005

PROVINCIA CON DELITTO


2005_09_08_018

Maestri nel raccontare le atmosfere e i riti della provincia e i reconditi meccanismi del delitto che sembra esplodere nella più banale normalità, Gianni Farinetti ("Prima di morire") e Piero degli Antoni ("L'udienza è tolta") si confrontano sul giallo di ambientazione italiana con il conduttore radiofonico Massimo Cirri. 


English version not available

Italiano

«Je coupe, je coupe, je coupe». Piero Degli Antoni ricorda la lezione del suo maestro Simenon: la padronanza dell'arte della sintesi necessaria ad ogni ardito scrittore. Sintesi che per lui, e allo stesso modo per il coprotagonista dell'evento, Gianni Farinetti - acclamati entrambi oggi nell'affollato Teatro Bibiena - diventa un simpatico estratto dell'ironia e dei misfatti tipici di città e sobborghi delle province settentrionali. Il dialogo, continuamente inframmezzato dal riso del pubblico in sala o dagli interventi del mediatore metropolitano Massimo Cirri, della vita che si svolge fuori città ce ne svela i pregi e le attitudini. È un altrove ricco di situazioni bizzarre che spesso travalicano la legalità ed il buon gusto, situazioni caratterizzate e caratterizzanti di quei luoghi in cui tutti sanno tutto di tutti ma pochi, anche a limitata distanza, ne conoscono realmente i protagonisti e le leggi. Così come sono in pochi a pensare che il romanzo giallo offra tecniche continuamente rinnovate per scandagliare le anonime realtà nere o meno nere, spesso cautamente ignorate dalle cronache nazionali o mistificate da immortali luoghi comuni.

1Luoghi collegati