10/09/2005

SEMINARIO DI CURIOSITÀ


2005_09_10_114

dagli 8 ai 14 anni


La filosofia nasce dalle domande più semplici, come quelle che normalmente i bambini fanno ai loro genitori. Jostein Gaarder, che ha scritto molti libri per ragazzi, ha insegnato per un po' di tempo filosofia ed è sempre stato attento a raccogliere le domande dei ragazzi e a rispondere nel modo più chiaro possibile. Con l'aiuto di Massimo Cirri, si mette a disposizione di tutti coloro che vogliono fare domande sulla natura, sulla vita, su quello che ci capita attorno.


English version not available

Italiano
Inglese

Eccoci arrivate ad uno dei rari eventi di filosofia. A condurlo, Jostein Gaarder in compagnia di Massimo Cirri; sono ormai le dieci e tutti fremono per iniziare. «La filosofia è un reticolato sottile che ci conduce nella vita e alla base c'è la curiosità. Quest'ultima è una capacità innata che purtroppo perdiamo crescendo perché ci abituiamo al mondo. Aristotele però è riuscito a mantenere questa capacità diventando così un grande filosofo». Jostein Gaarder sostiene che in campo filosofico sono presenti due enormi misteri: Cosa c'era prima del Big Bang? Cosa è la coscienza umana? Seguono due gruppi di domande: il primo sul mondo e sulle origini dell'universo, il secondo invece è incentrato su concetti astratti come la felicità, la giustizia e l'amore. Esiste il grande amore? Certo, ma non bisogna cercarlo perché è qualcosa creato da noi stessi. E infine alcuni interrogativi: «La scuola non spegne la curiosità dei bambini e dei ragazzi?»; «Esistono molti professori che stimolano la loro curiosità, bravi a fare domande e a raccontare storie; è vero però che altri la uccidono». Quindi, essere curiosi è essere filosofi, e viceversa.

1Luoghi collegati