10/09/2005

NORD-OVEST
. Cantautori dalla pianura al mare. Un'improvvisazione per voce e pianoforte


2005_09_10_153

Cosa può uscire dall'incontro tra una raffinata e appassionata attrice e un geniale pianista, dotati entrambi di sensibilità e ironia fuori dall'ordinario? Dall'inizio dell'anno uno spettacolo di successo come "Alice. Una meraviglia di paese"; e poi questo evento imprevedibile, appositamente pensato per Festivaletteratura, e affidato all'immediato feeling tra Lella Costa e Stefano Bollani, spinti dall'idea di comprovare e sottolineare la poesia di alcuni nostri grandi cantautori.


English version not available

Italiano

Nella bella cornice del chiostro di Santa Paola, il pianista Stefano Bollani e l'attrice Lella Costa hanno duettato sui versi di grandi cantautori italiani. Frasi liriche di Fabrizio De André, Ivano Fossati, Paolo Conte e altri autori, declamate dalla Costa in un susseguirsi poetico, quasi senza soluzione di continuità, indipendenti dalle musiche a cui siamo abituati a sentirle indissolubilmente legate. Solo sottolineate dalle note di accompagnamento di Bollani, il quale, quando tacciono i versi, si abbandona a solitari afflati e fa volare il talento magico delle proprie dita sui tasti arrendevoli d'un pianoforte ammaliato. Eppure Bollani e la Costa hanno il coraggio e l'arguzia di interrompere l'intensità artistica della loro performance con un intermezzo divertentissimo, in cui vengono parodiate le evoluzioni metafisiche delle canzoni di Franco Battiato. Si passa poi sul versante opposto dell'elegiaco, quando omaggiano il cantautore Sergio Endrigo recentemente scomparso. E alla fine strappano applausi scroscianti.

1Luoghi collegati