Bollani, Stefano

Persona

Esordiente all'età di 15 anni, dopo il diploma di Conservatorio conseguito nel 1993 e una breve esperienza nel mondo della musica pop (con Raf e Jovanotti), Stefano Bollani si è affermato nel jazz, collaborando con musicisti di grande fama (Richard Galliano, Gato Barbieri, Pat Metheny, Michel Portal, Phil Woods, Lee Konitz, Han Bennink, Paolo Fresu) e esibendosi su palchi prestigiosi (da Umbriajazz al festival di Montreal, dalla Town Hall di New York alla Scala di Milano). Tra i suoi lavori, "La Gnosi delle fanfole", disco nel quale ha messo in musica, insieme al cantautore Massimo Altomare, le surreali poesie di Fosco Maraini (1998). Ha inoltre realizzato un omaggio allo scrittore Raymond Queneau ("Les fleures bleues", nel 2002) con gli americani Scott Colley al basso e Clarence Penn alla batteria, sotto l'etichetta francese Label Bleu, per la quale sono usciti anche "Smat smat" nel 2003 e "Concertone", un disco per trio jazz e orchestra sinfonica, con arrangiamenti e direzione di Paolo Silvestri (2004). Bollani è diventato in pochi anni uno dei musicisti italiani più apprezzati da pubblico e critica, tant'è che in Giappone la più autorevole pubblicazione jazz, lo "Swing journal", gli ha conferito nel 2003 il New star award, prima volta per un musicista europeo.

He got his diploma in piano at Coservatory Cherubini in Florence in 1993. He made his professional debut when he was 15 and, since then, he has recorded over thirty tracks and has taken part in concerts in all the major festivals around the world, playing in prestigious venues such as the Town Hall of New York and La Scala in Milan. An eclectic pianist, he blends irony, Italian flavours and a sparkling relation with his past. He has played in Orchestra Regionale Toscana, with Raf (experimenting with pop-rock), with Irene Grandi, Laura Pausini, Jovanotti, Gino Paoli, Rossana Casale, Elio e le Storie Tese and many others. Also, he is engaged in an experimental activity in electro-sound with Elliot Sharp, Zeena Parkins and Hector Zazou and in jazz with Enrico Rava, Roberto Gatto and Richard Galliano, Pat Methleny, Paolo Fresu, Dave Liebman and Tonino Horta. He also conceived and took part in theatre performances with the actors Monica Demeru, David Riondino, Sandro Veronesi and Banda Osiris. As best jazz talent he won a survey on the magazine "Musica Jazz" in 1998 and a Django d'or Italiano in 2000.

Bibliografia

"L'America di Renato Carosone", Elleu, 2004