07/09/2007

SCRIVERE LA PROPRIA STORIA, SCRIVERE UNA STORIA


2007_09_07_093

Come riuscire a farlo? Mario Calabresi, in "Spingendo la notte più in là", sceglie il registro della semplicità: scrive per sottrazione, asciugando i propri ricordi, cercando parole semplici, lineari e dirette. Attraversando una materia tanto rovente e aggrovigliata, la cosa importante era sciogliere i nodi, anche i più intricati. L'autore parla e riflette di questi temi con il giornalista e scrittore Stefano Bartezzaghi.
 


English version not available

Italiano

Le vittime del terrorismo non devono essere dimenticate. Questo bisogno ha portato Mario Calabresi a scrivere "Spingendo la notte più in là", libro in cui parla del padre commissario ucciso dalla brigate rosse, delle tante altre vite stroncate ingiustamente negli 'anni di piombo', delle loro famiglie rimaste orfane. Lo fa nel modo che gli sembra più semplice e chiaro, evitando la retorica. Vuole far conoscere i fatti, ma soprattutto l'uomo che era suo padre, restituirgli la sua personalità e dignità. L'intento non è quello di rimanere ancorato al passato, ma di guardare avanti, senza però rimuovere quanto è avvenuto, così come suggerisce il titolo del libro: l'alba infatti non è la negazione della notte, ma il suo proseguimento. Calabresi riesce anche a far sorridere quando racconta dell'eccessiva enfatizzazione che si fa delle vittime durante le commemorazioni ufficiali, dimenticando che erano persone normali, che credevano in ciò che facevano. In una di queste, nel liceo che il padre frequentò da ragazzo, venne dipinto quasi come un santo, mentre sua zia a bassa voce gli diceva «Era tanto santo che l'avevano rimandato per la condotta». Si commuove e ci commuove, poi, parlandoci della difficoltà nell'accettare la proposta di lavorare per il giornale "La Repubblica", dove scrive anche Sofri, ex brigatista, corresponsabile morale della morte del padre. Le parole di sua madre sciolsero ogni dubbio: «Tuo padre avrebbe voluto che accettassi, per non permettere ancora ad altri di decidere per la tua vita».

1Luoghi collegati

1Enti correlati