06/09/2008

LE STORIE DELLE LETTERE. Laboratorio di scrittura per adulti 'attraverso' l'alfabeto


2008_09_06_151

Appena lasciamo gli occhi liberi di seguire le curve e linee delle lettere come puro segno, ci accorgiamo subito del fascino «in sé» della scrittura. Questo è tanto più evidente quando ci accostiamo a segni alfabetici diversi dal nostro. Le due illustratrici libanesi Hiba Farran e Nisrine Ojeil introducono i partecipanti all'alfabeto arabo e a quello fenicio, per poi lasciare libero sfogo alla fantasia di ciascuno per la creazione di pittogrammi e poi di storie che prendono spunto dalle immagini suggerite dalle lettere.


English version is not available

Italiano
Inglese

Teatro S. Leonardo
Si gioca con i caratteri...
C'era una volta, si comincia così.
C'era una volta una giovane, la bella Europa, rapita da Giove, che nelle vesti di un bianco toro, la porta da Tiro aldilà del mediterraneo.
I fratelli di Europa, Fenice, Cadmo, e Taso partono alla sua ricerca. Kadmo, va in Grecia, e consulta l'oracolo. «Smetti di cercare la bella Europa, o segui la barca.Là dove si la barca si fermerà, là costruirai un tempio, e fonderai una città».
Nasce così la citta di Tebe, alla quale Cadmo porterà in dono l'alfabeto fenicio. L'alfabeto precursore degli alfabeti usati nel mondo.
E dall'alfabeto al disegno il passo è breve, con la fantasia.
Dalle lettere ai disegni, dalle lettere dell'alfabeto arabo ad allegri e variopinti disegni.
Un vero atelier dei caratteri, le giovani illustratrici libanesi Hiba Farran e Nisrine Ojeil introducono i partecipanti agli alfabeti arabo e fenicio.
Chiedono di fare un po' come han fatto loro, nello splendido libro, a colori ed immagini, "La storia delle lettere".
Giocare, colorare, l'invito espresso di lasciarsi andare alla fantasia, ritornar bambini e costruire immagini a colori intorno ad un carattere dell'alfabeto.
Colori e forge strane prenderanno vita e voleranno in Libano, con la promessa delle autrici del libro di pubblicare quelli più belli.

1Luoghi collegati