13/09/2009

I NUOVI PADRONI DELLA DIPLOMAZIA


2009_09_13_206

La grande crisi finanziaria ha sconvolto gli equilibri del mondo e messo in ombra gli attori convenzionali: politici e diplomatici. L'intelligence dei governi, paradossalmente, recluta i manager delle grandi banche disastrate. Mentre il ministro degli esteri brasiliano proclama che il G8 è morto. E i due conflitti in Iraq e Afghanistan ricordano le guerre coloniali, quando il commercio seguiva la bandiera. Un incrocio di analisi e di prospettive tra Valerio Pellizzari, editorialista de "La Stampa", e Giandomenico Picco, già funzionario ONU, negoziatore del ritiro sovietico dall'Afghanistan e del cessate il fuoco tra Saddam e Khomeini. Perché il futuro non sarà più, come molti credono, una ripetizione del passato.


English version not avaible

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati