13/09/2009

UNA COSA DIVERTENTE CHE NON FARÒ MAI PIÙ


2009_09_13_216

Gioele Dix, attore noto al pubblico teatrale e televisivo per il suo stile irriverente e mai banale, veste i panni di un giovane scrittore a cui viene commissionato il reportage di una settimana in crociera extralusso nei Caraibi. Lo scrittore è David Foster Wallace e la permanenza sulla «meganave» si trasforma in un'esilarante cronaca, in un ritratto dell'americano in vacanza, delle sue abitudini ottuse, della sua eleganza pacchiana e - naturalmente - della sua ricerca di un forzato e artificiale relax. La critica pungente, e insieme scanzonata, di questi «cittadini americani adulti e ricchi», è accompagnata da una sferzante ironia e da uno stile pirotecnico e piacevolmente dispersivo.


English version not available

Italiano

Domenica alle 18.15 al Teatro Ariston uno degli ultimi appuntamenti del Festivaletteratura, la Woodstock letteraria: lettura collettiva di David Foster Wallace, uno dei migliori narratori americani degli ultimi tempi. Gioele Dix ha prestato talento di attore e voce all'affabulante reportage ipnotico-sensoriale, in una crociera extralusso nei Caraibi, di un feticista degli squali con il terror sacro per l'oceano e la fissazione della crema allo zinco, che si lascia viziare da inservienti con il «sorriso professionale», tra passeggeri «disperatamente vecchi», adolescenti «bizzose» e «bridge geriatrici». In comunione molecolare con il testo recitato, le improvvisazioni musicali al pianoforte del jazzista Marco di Gennaro.

1Luoghi collegati