10/09/2011

Colin Thubron con Daniele Bresciani

2011_09_10_223

A volte, 'quando l'uomo si parte', gli altipiani della Via della seta si schiudono ai nostri occhi come l'immagine di un sogno; ed è sempre lo stesso sogno d'Asia che ammalia il viaggiatore occidentale, un richiamo che dai tempi di Marco Polo popola tanto il nostro immaginario quanto i testi di Colin Thubron ("Oltre la muraglia", "Il cuore perduto dell'Asia", "Verso la montagna sacra"), autentico gigante della letteratura di viaggio. In compagnia del giornalista Daniele Bresciani, il narratore e documentarista inglese, storico collaboratore di prestigiose testate internazionali ("The Times", "The New York Times") e presidente della Royal Society of Literature, racconterà al pubblico l'amore per la libertà che lo ha spinto fino ai più remoti deserti dei Tartari.

English version not available

Italiano
Inglese

Un altro viaggio tra le parole e le testimonianze dell'instancabile viaggiatore, scrittore e documentarista inglese Colin Thubron.
Nel raccontare l'Oriente, l'autore mescola il continuo desiderio di partire verso mete inesplorate con la voglia di ritornare e condividere le proprie esperienze con gli altri. Cinque settimane in Tibet, meta scelta dallo scrittore in memoria della madre scomparsa, hanno rappresentato un percorso spirituale e di silenzio, che ha poi fornito il materiale per il libro "Verso la montagna sacra".
La volontà di viaggiare per scrivere e testimoniare continua a spingere Thubron a spostarsi in luoghi differenti dalla propria realtà occidentale e a confrontarsi con nuove culture. Caratteristica dei suoi itinerari è la mancanza della macchina fotografica in valigia: non scatta foto per evitare di essere considerato una spia, un turista, un estraneo. Dopo il viaggio, l'autore torna sempre diverso da quando era partito. E al pubblico consiglia: «Viaggiate, spostatevi e condividete!».

1Luoghi collegati