11/09/2011

LA VITA, IL TEMPO, LE STAGIONI

2011_09_11_255

I luoghi e i tempi che attraversano gli anni seguono il ritmo delle nostre emozioni e dei nostri incontri per diventare l'intera vita. Le stagioni del proverbio, dal titolo dell'ultimo libro di padre Bianchi, "Ogni cosa alla sua stagione", si riferiscono a tappe fondamentali della vita di ogni uomo. I momenti, i luoghi, gli oggetti di ogni giorno, spesso uguali e ripetuti, hanno bisogno di ritrovare un senso più profondo. Il priore di Bose ne parlerà con Gabriella Caramore, autrice della trasmissione radiofonica "Uomini e profeti".

English version not available

Italiano

Nel cortile della Cavallerizza Enzo Bianchi, ormai un habitué del Festivaletteratura, ha incontrato insieme a Gabriella Caramore un foltissimo pubblico.
In un evento che aveva come tema la vita, il tempo e le stagioni, si è in realtà cominciato con una riflessione sul decennale dell'undici settembre. Bianchi ha sottolineato come quasi nulla, se non i sistemi di sicurezza negli aerei, sia cambiato da allora. Si parla ancora di guerra contro i mussulmani, e non - come dovrebbe essere - «contro i terroristi», si usano espressioni come 'crociate cristiane', senza capire che non si tratta di nessuno scontro di civiltà, se mai di etiche.
Predicando la necessità di ricercare un dialogo, unica soluzione percorribile, Bianchi ha sottolineato tuttavia anche l'importanza di indignarsi ancora, forse con un esplicito riferimento al recente successo del libro di Stéphane Hessel.
La seconda parte dell'incontro è stata invece incentrata sui racconti della vita quotidiana di padre Bianchi: la sua passione per la cucina, l'affrontare l'età che avanza, i ricordi dell'infanzia con la mamma malata. Il tutto descritto con una leggerezza e un sottile umorismo capace di affascinare gli ascoltatori di ogni età.

1Luoghi collegati