07/09/2012

CREATIVITÀ IN SINTESI

2012_09_07_086

Spesso le illustrazioni ci lasciano stupefatti: ci portano immediatamente al senso delle cose, ma senza che riusciamo a capire il percorso per cui ci siamo arrivati. Emiliano Ponzi, uno dei più giovani e premiati illustratori italiani ed autore di 10x10, in dialogo con il giornalista Luca Raffaelli, ci aiuta a capire il rapporto tra componente razionale e componente fantastica che presiede a qualsiasi progetto, prendendo ad esempio alcune delle copertine che ha realizzato in questi anni in relazione con il contenuto dei libri.

English version not available

Italiano

«Spesso nel mio lavoro l'abito fa il monaco, eccome!»: Emiliano Ponzi, illustratore italiano il cui talento è riconosciuto a livello nazionale e internazionale, che presta il suo estro a case editrici, giornali e aziende di vario tipo, ha spiegato quanto sia importante il ruolo dell'immagine nella costruzione del senso, soprattutto nella copertina di un libro, dove talvolta si fermano gli occhi di un passante che però, non rimanendo attratto dall'illustrazione, passa oltre. Nonostante la giovane età, la sua è una voce autorevole ed è il suo estro ad aver dato vita alla copertina di quest'anno del Festivaletteratura, in un'immagine forse più forte delle scorse edizioni poiché volutamente simbolo di rinascita e ricostruzione dopo i recenti e drammatici fatti del terremoto avvenuto in queste zone e in quelle limitrofe. La creatività illustrata è a metà strada tra il talento, l'ispirazione folgorante (fondamentali quanto non del tutto sufficienti) da un lato, e la razionalità dall'altro che deve plasmarli. Una vera e propria «sintesi del mondo in pochi tratti», che tende all'universalità, attraverso immagini che siano valide per tutti e che spesso sono frutto della richiesta di committenti di cui bisogna tenere conto. A queste, Ponzi risponde con uno stile asciutto ed essenziale, che punta dritto all'obiettivo da rappresentare e proprio per questo efficace. La presentazione dei suoi lavori è stata in grado di stupire e anche commuovere il pubblico presente nella suggestiva sala del Teatro Bibiena. Si è trattato di immagini che hanno fatto da copertina a testi illustri, da Bukowski a Dumas, per case editrici come Feltrinelli e Zines, per citarne solo due italiane. Questo tipo di illustrazioni deve fare in modo che il libro «salti fuori dello scaffale, come si dice in gergo editoriale», che il lettore instauri una sottile relazione tra titolo e figure, ma soprattutto «deve essere in grado di gettare un seme senza fare capire quale fiore o frutto ne nascerà». Emiliano Ponzi ha compiuto i suoi primi dieci anni di carriera e li ha raccolti nella pubblicazione "10x10", testo presentato anch'esso venerdì con la mediazione del giornalista Luca Raffaelli, tra i massimi esperti italiani di fumetto. Aneddoti, autentiche e-mail inviate e ricevute negli anni a personaggi anche illustri e riportate a testimonianza di un percorso che si è costruito con fortuna ma anche con l'audacia dei tentativi, modelli a cui si è ispirato per i suoi lavori (Hopper, in particolare, per la sua «solitudine metropolitana»): tutto ciò è raccolto in questo primo libro-bilancio di un artista contemporaneo.

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati

1Enti correlati