08/09/2012

Eric-Emmanuel Schmitt con Carlo Annese

2012_09_08_162

«Io sono affascinato dalla complessità che ci nutre. E credo che la scrittura sia una ricerca di questa complessità, un modo per accettare questa complessità. Io scrivo semplicemente sul complesso». Narratore, drammaturgo, grande appassionato di musica, Eric-Emmanuel Schmitt è una delle figure di maggior rilievo della letteratura francese contemporanea. Il rapporto tra verità e apparenza, la riflessione intorno al mistero dell'uomo e della vita, il confronto con il pensiero sapienziale che è alla base delle più antiche culture d'oriente e d'occidente sono solo alcuni dei temi che ricorrono nei suoi numerosi romanzi, da Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano a La sognatrice di Ostenda, fino all'ultimo I dieci figli che la signora Ming non ha mai avuto.

Dialoga con lui il giornalista Carlo Annese.

L'evento 162 è stato annullato.

English version not available

Italiano
Francese

Non disponibile

1Luoghi collegati