09/09/2012

MANI PULITE, VENT'ANNI DOPO

2012_09_09_199

Tutto cominciò negli uffici del Pio Albergo Trivulzio di Milano, dove l'allora presidente Mario Chiesa fu sorpreso a incassare una tangente da sette milioni di lire. Era il 17 febbraio 1992 e l'arresto di colui che Bettino Craxi definì «il mariuolo isolato, una scheggia impazzita» fu invece la chiave di volta per accedere a un sistema di corruzione radicato in tanti settori del nostro Paese, dalla piccola imprenditoria alla politica. Che cosa rimane oggi di 'Mani Pulite'? «Dal punto di vista giudiziario e culturale», secondo Gherardo Colombo, magistrato del pool di 'Mani Pulite' e autore di Farla franca, «quell'inchiesta è servita a poco o a nulla. Anzi, oggi, i fenomeni di corruzione sono peggiorati perché per colpa delle nuove leggi è più difficile scoprirli». A vent'anni di distanza, Colombo tenta un bilancio di quell'esperienza.

English version not available

Italiano

Non disponibile

1Persone correlate

1Luoghi collegati