06/09/2013

OGNI ALBERO È CASA MIA. Alberi di città e bambini che gli vogliono bene

2013_09_06_072

dai 9 ai 12 anni

«Sull'albero, se sapevi usare gli occhi, vedevi scorrere fiumi grandi e ruscelletti, scoprivi montagne e collinette, bocche aperte, nasi lunghi e occhi chiusi». Sull'onda della vicenda raccontata ne "Il grande albero" di "Case basse", Luisa Mattia conduce i bambini alla ricerca dei loro 'alberi-casa' in città: di quegli alberi che accolgono e danno bellezza alle giornate, ai giochi, agli incontri. Ogni bambino partecipante contribuirà al racconto (e al disegno) che, nel corso dell'incontro, si andrà costruendo.

English version not available

Italiano

Protagoniste dell'evento: le scrittrici Sara Marconi e Luisa Mattia. Luisa ha scritto il libro "Il grande albero di case basse" e Sara ha letto le prime pagine, in cui si spiega come è nato questo libro: Luisa qualche anno fa ha incontato un signore che le ha spiegato di come da bambino giocava su un albero che si trovava in Via Case Basse; quest'albero lo ha accompagnato durante tutta la sua vita e per questo voleva 'battezzarlo' insieme ad un gruppo di amici. La storia di questa amicizia ha ispirarto Luisa.
Dopo la spiegazione riguardo a come è nata l'idea del libro hanno distribuito un foglio e una matita ciascuno. Con il foglio e la matita abbiamo preso l'impronta della corteccia di un albero. E dopo averci incitato a strappare il nostro disegno in piccoli pezzi ognuno ha attaccato un suo pezzettino su un foglio creando il 'Grande albero di Parcobaleno'.

1Luoghi collegati