03/09/2014 - Storie dall'"Orlando Furioso
"

LA PRINCIPESSA COMBINAGUAI

2014_09_03_004

dai 5 ai 9 anni


Dentro le grandi storie sono nascoste tante avventure, come quella di Angelica, principessa combinaguai, che parte dal lontano Catai per portare scompiglio nell'esercito nemico. La sua storia, tra magie, fughe, mostri marini e grandi amori, attraversa l'Europa e si srotola sotto gli occhi dei bambini e delle bambine, disegnata dalla mano di Simone Frasca e raccontata dalla voce di Sara Marconi.

English version not available

Italiano

L'evento racconta di Angelica che è la protagonista del libro di Sara Marconi, tratto dall'"Orlando Furioso" di Ludovico Ariosto e illustrato da Simone Frasca. Durante l'evento Sara con la lettura, e Simone con i disegni, hanno raccontato un episodio della storia di Angelica. L'esperienza si è rivelata molto coinvolgente per il piccolo pubblico anche grazie a un piccolo inconveniente tecnico dovuto alla mancanza di proiezione video che ha costretto Simone a disegnare in diretta tutte le fasi della storia. Questo imprevisto ha aumentato l'interesse dei bambini che erano molto affascinati dai disegni. I piccoli spettatori sono stati infatti chiamati sul palco per fare da 'modelli' per i disegni di Simone. Angelica era una principessa intelligente e molto bella, sempre sorridente e dai tratti orientali, ma non solo! Infatti Angelica possedeva un anello magico che le permetteva di diventare invisibile. Il suo regno era in guerra così suo padre, il re del Catai, per portare il risultato dello scontro a suo favore, decise di mandarla nelle file nemiche per creare confusione. L'entrata in scena di Angelica fu indimenticabile: durante una festa nemica si presentarono quattro omoni altissimi e pieni di muscoli dietro i quali si nascondeva Angelica, all'improvviso essi si scostarono e la principessa comparve in tutta la sua bellezza stupendo tutti i presenti, che si innamorarono subito di lei. I cavalieri innamorati cominciarono quindi a fare la corte ad Angelica compiendo sciocchezze. Un giorno la principessa stava riposando sotto una roccia in riva al mare, quando su un'enorme nave arrivarono gli abitanti dell'isola di Ebuda e rapirono Angelica. Le acque di quell'isola erano infatti popolate da orribili mostri marini che si cibavano solo ed esclusivamente di ragazze e il popolo di Ebuda, per non dover sacrificare le proprie, rapiva quelle di altre isole. Portarono Angelica legata su un'altissima roccia, in attesa che il mostro marino la divorasse. Quando la principessa pensava ormai di essere perduta dal cielo arrivò il cavaliere Ruggero a cavallo di un ippogrifo! Ruggero cominciò a punzecchiare il mostro con la spada senza però sortire nessun effetto concreto e decise di lanciare ad Angelica il suo anello magico, che le era stato rubato e che il cavaliere aveva ritrovato. A quel punto Ruggero tirò fuori il suo oggetto magico: uno scudo che emanava un'onda luminosa, che fece svenire il mostro. Ma il cavaliere non era soddisfatto e voleva uccidere definitivamente il mostro, trascurando Angelica e lasciandola legata. Solo quando la principessa intervenne urlando il cavaliere la slegò a malincuore e la portò via verso nuove avventure.

1Luoghi collegati

1Enti correlati