11/09/2015

CARCERATI

2015_09_11_129

Maurizio Torchio ("Cattivi") e Luigi Manconi ("Abolire il carcere") hanno affrontato in maniera differente - il primo con un romanzo, il secondo con un saggio - l'annoso problema delle carceri in Italia, ma sono entrambi convinti della loro inefficacia come strumento di rieducazione. L'afflizione del condannato per il reato commesso, la privazione della libertà sembrano una mera vendetta senza alcuna finalità, di fronte alla quale - per assurdo - sarebbe forse più umana ed equa la pena di morte. Al Festival i due autori ragioneranno sulle possibilità di cambiamento e superamento di un sistema sempre più emarginante e controproducente, che «non serve a restituire al mondo».

L'evento 129 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma.

Originariamente non era prevista la presenza di Marco Filoni.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati