12/09/2015

Jo Nesbø con Massimo Vincenzi

2015_09_12_158

Da piccolo, Jo Nesbø sognava di diventare un grande campione di calcio. E campione lo è diventato davvero, ma di incassi. Lo scrittore norvegese, corteggiato da Hollywood e premiato da critica e pubblico, ha la rara capacità di trasformare in oro le parole che sgorgano dalla sua fantasia, ed è forse riuscito nella difficile impresa di rubare lo scettro di «re del thriller scandinavo» ad autori come Stieg Larsson, Henning Mankell o Camilla Läckberg. Passato dalla torrida Australia del suo primo romanzo ("Il pipistrello") alla cupa e innevata Oslo in cui Harry Hole - il suo personaggio più famoso - è commissario di polizia, il poliedrico ex calciatore innamorato di musica e letteratura si diverte, di tanto in tanto, a sperimentare situazioni particolari. Come nel suo ultimo "Lo scarafaggio", in cui Nesbø spedisce l'ingenuo Hole a indagare in un torbido hotel di Bangkok. Lo incontra il giornalista Massimo Vincenzi.

Con il contributo di NORLA - Norwegian Literature Abroad.

English version not available

Italiano
Inglese

Non disponibile.

1Luoghi collegati