09/09/2017

STRAPPARE QUALCHE PAROLA AL BUIO

2017_09_09_128

«La necessità è sempre la stessa: strappare qualche parola al buio e consegnarla a uno sguardo. Le mie parole vengono da lì, da quel luogo (...) arduo e rinchiuso, da quella camera oscura in cui sono confinate e chiedono di trovare una forma, di non restare lì ammutolite in un solo cuore (...). Uno solo è il modo in cui la parola può compiersi. Per questo la parola deve misurare i passi e condurli in quella via, che è anche la propria salvezza e che è una via obbligata: non c'è altro modo per la parola se non quello che verrà inciso sulla pagina. E il lettore deve sentirlo: è l'unico modo». In occasione dell'uscita del volume "Tutte le poesie" (1969-2015) torna a Festivaletteratura Milo De Angelis, indiscutibilmente uno dei più importanti poeti italiani contemporanei. Lo incontra il critico letterario Daniele Piccini.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Foto correlate

1Enti correlati