08/09/2018

LA REALTÀ SOTTO LA MASCHERA

2018_09_08_124

«Quando scrivo, il mio obiettivo è farlo nella maniera più libera possibile; spero che lettori e colleghi, in Cina e all'estero, pensino ai miei romanzi come pure creazioni letterarie, senza accostarvisi in termini politici o ideologici». Yan Lianke è scrittore amato e controverso: il primo romanzo gli è costato l'espulsione dall'esercito, due dei suoi testi vengono banditi in patria per le tematiche scabrose trattate (Servire il popolo e Il sogno del villaggio dei Ding) e talvolta, per sua stessa ammissione, si auto-impone una censura che gli eviti la scure governativa. Capace di dipingere in modo leggero il caos di un Paese immenso ed episodi tragici della storia del suo popolo, mescola nella sua produzione le caratteristiche della letteratura cinese contemporanea con la satira e il realismo magico, nella costante consapevolezza che «sia compito di uno scrittore trovare la luce in mezzo alle tenebre». L'autore di I quattro libri dialoga a Mantova insieme a Marco Del Corona, giornalista esperto di questioni asiatiche.

English version not available

Italiano
Cinese

1Persone correlate

1Luoghi collegati

1Enti correlati