09/09/2020

PERCHÉ SIAMO CAMBIATI

2020_09_09_007

«Sorprenderemo tutti», scriveva Beppe Severgnini lo scorso marzo in un editoriale del Corriere della Sera. Questi ultimi mesi così strani, difficili e spesso tragici hanno messo in luce, e portato talvolta agli estremi, molti aspetti positivi e negativi del vivere in Italia, in una «altalena emotiva» che ha saputo farci riscoprire l'orgoglio del coraggio ritrovato e di una battaglia apparentemente vinta contro taluni stereotipi sul popolo dello Stivale: motivo per gioire del sentirsi italiani e continuare ad amare questa nazione nonostante tutto. Di motivi, però, Severgnini ne ha raccolti molti altri, nei lunghi anni di viaggi e incontri e confronti e – insieme al giornalista Stefano Scansani – ne propone al pubblico un catalogo (Neoitaliani) che funziona come antidoto contro i momenti di sconforto, «cinquanta motivi che parlano di noi, di cosa siamo stati e di cosa continuiamo a essere agli occhi del mondo».

English version not available

Italiano

1Luoghi collegati