ROCCO E I SUOI FARDELLI

Burbero, maleducato, scontroso, cinico e dai tanti vizi e tormenti: stiamo parlando naturalmente del vicequestore più amato dagli appassionati di letteratura gialla nostrana, Rocco Schiavone. Nato dalla penna dello scrittore e attore Antonio Manzini (Era di maggio, Pulvis et umbra, Rien ne va plus), il poliziotto romano a cui Marco Giallini ha prestato il volto sul piccolo schermo – e che presto tornerà nella quarta stagione della serie che lo vede protagonista – ha tenuto migliaia di lettori col fiato sospeso per le sue indagini, a partire dal racconto L'accattone del 2012, fino al recentissimo Ah l'amore l'amore, in una serie di romanzi che, come un unico corpus, continuano da un titolo all'altro. "Finché mi diverto, continuo", afferma Manzini. In quanto a noi, non possiamo che augurarcelo, insieme a Lella Costa che cercherà di convincerlo a far indossare a Schiavone un paio di scarpe pesanti.

1Luoghi collegati