Ziarati, Hamid

Persona

Hamid Ziarati è nato a Teheran nel 1966 e vive a Torino, dove lavora come ingegnere meccanico e scrittore. Si è trasferito in Italia nel 1981,quando ha deciso di lasciare l'Iran per raggiungere i suoi fratelli. Nel 1994 si è laureato in ingegneria al Politecnico di Torino; successivamente, si è iscritto al dottorato di ricerca in Meccanica Applicata e ha frequentato la Scuola Holden. In "Salam, maman" (Einaudi, 2006), il suo romanzo d'esordio, Ziarati racconta, attraverso lo sguardo allegro di un bambino, le vicende di una famiglia iraniana negli anni a cavallo della Rivoluzione. Il suo stile narrativo evoca i suoni e i sapori dell'Iran, avvalendosi di alcuni termini ripresi in farsi, la lingua persa, ma è anche debitore dei grandi autori occidentali, specialmente americani, come Hemingway e Salinger. Ziarati ha successivamente pubblicato altri due romanzi, "Il meccanico delle rose" (Einaudi, 2009) e "Quasi due" (Einaudi, 2012).

Hamid Ziarati was born in Teheran in 1966. After the Khomeini revolution, in 1981 he left Iran and came to Italy as a refugee in Turin, where he still lives and works as a professional engineer and an amateur gastronomist. In "Salam, maman" (Einaudi, 2006), his debut novel, written in Italian, Ziarati talks about Iran in the 70's and early 80's, so before and after the revolution, through the eyes of a child who sees History entangling him with his small story developing before him. His narrative style evokes the sights and sounds of Iran through the use of some terms reported in Farsi, the Persian language. He also owes a lot to western writers, especially American, such as Hemingway and Salinger.

Bibliografia

"Salam, maman", Einaudi, 2006 (2010)
"Il meccanico delle rose", Einaudi, 2009
"Quasi due", Einaudi, 2012