Zilahy, Péter

Persona

Péter Zilahy è nato a Budapest nel 1970. Ha frequentato la facoltà di Filosofia e Antropologia alla ELTE University. Dal 1997 al 1999 è stato direttore editoriale del "Link Budapest", un periodico di Letteratura Contemporanea edito in ungherese ed inglese. Dal 1988 è anche editore di alcuni libri d'arte e supervisiona il "JAK world edition" per JAK (Associazione ungherese degli scrittori emergenti). Già a 23 anni ha pubblicato il suo primo libro di poesia, "Lepel alatt ugràsra kész szobor", in cui racconta di numerosi viaggi in diverse località del mondo, in particolare dell'Est europeo, e i cambiamenti politici nei tardi anni '80 e primi '90. Il suo secondo libro, disponibile anche sotto forma di ipertesto, descrive la storia della sua giovinezza, che può essere rappresentativa della vita giovanile nei Paesi dell'Est europeo negli anni '70 e '80: il tema centrale è l'assurdo del quotidiano nei Paesi dell'Est durante il periodo della dittatura. Nella novella "Azutolsò Ablakzsiràf Zilahy" dà vita ad un gioco che si articola tra la prospettiva fanciullesca ed il clichés del linguaggio della politica internazionale. Il libro è stato tradotto in 11 lingue, convertito in un CD ROM e ne è stata fatta una versione radiofonica. Nel 2000 ha ricevuto una borsa di studio dal Ministro degli Esteri tedesco e nel 2001 gli è stato conferito il Price der Stiftung Preussische Seehandlung; nello stesso anno è stato ospite del Literary Colloquium Berlin e ha ricevuto una borsa di studio a New York.

English version not available

Bibliografia

"L'ultima FinestraGiraffa", Alet, 2004