Zucconi, Vittorio

Persona

Vittorio Zucconi, nato a Bastiglia nel 1944, è giornalista e scrittore.Trasferitosi giovanissimo a Milano con la famiglia, studia al Liceo Parini dove scrive e dirige il giornalino "La Zanzara". In seguito frequenta l'Università Statale di Milano e si laurea in Lettere e Filosofia. La sua carriera giornalistica inizia già nel 1963 quando lavora come redattore a "La Notte", il quotidiano del pomeriggio milanese molto diffuso tra gli anni '50 e '70. È stato corrispondente da Bruxelles per "La Stampa", da Parigi per "La Repubblica", da Mosca per il "Corriere della Sera" durante il periodo della Guerra Fredda e dal Giappone ancora per il "Corriere della Sera". Dal 1985 vive tra l'Italia e gli Stati Uniti, dove continua a scrivere per "la Repubblica" oltre a tenere, dal 2007, corsi estivi di Storia Contemporanea Italiana al Middlebury College in Vermont. Nel 2008 viene nominato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana.Diventa direttore del quotidiano on.line "La Repubblica.it". Cura una rubrica sul settimanale "D- La Repubblica delle Donne". Dirige, inoltre, l'emittente radiofonica Radio Capital per la quale cura TG Zero. Vittorio Zucconi è anche autore di saggi e si è cimentato nella narrativa per ragazzi scrivendo un'antologia per le scuole intitolata "Stranieri come noi".

Vittorio Zucconi, born in Bastiglia in 1944, is a journalist and a writer. His journalistic career started in 1963 working as an editor for "La Notte", the Milan afternoon daily, very successful between 1950s and 1970s. After graduating in Humanities with Philosophy from Università degli Studi in Milan, he started his career as a foreign correspondent, first for "La Stampa" in Brussels and then in Paris, Japan and Russia for "La Repubblica". Since 1985 he has lived between Italy and the USA, where he keeps writing for "La Repubblica" and as of 2007 he has taught Contemporary Italian History at Middlebury College in Vermont. He currently edits a column in the weekly "D- La Repubblica delle donne" and he is in charge of "la Repubblica on-line" and Radio Capital. Vittorio Zucconi is also the author of essays including "Il Giappone tra noi" (1986), "Si fa presto a dire America" (1988), "Parola di giornalista" (1990), "Si fa presto a dire Russia" (1992), "La scommessa" (written with father Guglielmo, 1993), "Gli spiriti non dimenticano" (1996), "Storie dell'altro mondo" (1997), "George. Vita e miracoli di un uomo fortunato" (2004). In 1993, he experimented with children's literature and wrote an anthology for schools intitled "Stranieri come noi".

Bibliografia

"Il Giappone tra noi", Garzanti, 1986
"Parola di giornalista", Rizzoli, 1990
"Si fa presto a dire Russia, Mondadori, 1992
"Stranieri come noi", Einaudi scuola, 1993
"La scommessa: cento ragioni per amare l'Italia", Rizzoli,1993 (1994)
"Storie dell'altro mondo", Mondadori,1997 (2000)
"Si fa presto a dire America", A.Mondadori, 1998 (1989)
"Gli spiriti non dimenticano", Mondadori, 1997 (2010)
"Le piazze dell'Europa", Touring Editore, 2001
"Il calcio in testa", Gallucci, 2003
"George. Vita e miracoli di un uomo fortunato", Feltrinelli, 2004
"L'aquila e il pollo fritto. Perché amiamo e odiamo l'America",
Mondadori, 2008 (2010)
"Il Caratteraccio:come (non) si diventa Italiani, Mondadori, 2009
"Lessico Famigliare", Mondadori, 2010 (2014)

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana