Strada, Gino

Persona

Gino Strada al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Gino Strada (Sesto San Giovanni, 1948) è diventato chirurgo di guerra per scelta: dapprima lavorando con la Croce Rossa internazionale e poi fondando, insieme alla moglie Teresa Sarti e a Carlo Garbagnati, l'associazione umanitaria Emergency, che dal 1994 è attiva su più fronti internazionali a favore delle vittime civili di conflitti e crisi umanitarie. Riconosciuta come ONG nel 1999, Emergency è aperta a tutti i medici e gli infermieri volontari che ne condividono i principi e ne sostengono le attività e gli obiettivi, diffondendo nei paesi in cui opera una cultura di pace e addestrando il personale locale a far fronte alle necessità mediche, chirurgiche e riabilitative più urgenti. A oggi l'organizzazione umanitaria gestisce strutture sanitarie in Afghanistan, Iraq, Repubblica Centroafricana, Sierra Leone, Sudan e Italia, e ha portato a termine programmi in Ruanda, Eritrea, a Jenin in Palestina, a Medea in Algeria, in Kosovo, Angola, Nicaragua, Libia, Sri Lanka e Cambogia. Protagonista, nel 2013, del documentario "Open heart" di Kief Davison, Strada ha firmato saggi e testimonianze della sua attività che vantano decine di edizioni e traduzioni in più paesi. In "Zona rossa" ha raccontato insieme a Roberto Satolli la lotta condotta da Emergency contro l'ultimo focolaio del virus ebola, che nel 2014 ha messo in scacco tre Paesi africani, mietuto migliaia di vittime e tenuto il mondo col fiato sospeso.(foto: Festivaletteratura)

Gino Strada (Sesto San Giovanni, 1948) became a war surgeon by choice. First, he worked for the International Red Cross and then with Teresa Sarti, his wife, and Carlo Garbagnati, he founded the humanitarian association "Emergency" active since 1994 in many international fronts to help civilian victims of wars and humanitarian crises. Recognised as a NGO in 1999, Emergency is open to all voluntary doctors and nurses sharing its principles and supporting its activities and objectives, spreading in those countries where it operates a peace culture and training local staff to tackle the most urgent medical, surgery and rehabilitation needs. The organization manages medical centres in Afghanistan, Iraq, the Central African Republic, Sierra Leone, Sudan and Italy. It carried out projects in in Ruanda, Eritrea, in Jenin in Palestine, in Medea in Algeria, in Kosovo, Angola, Nicaragua, Libya, Sri Lanka e Cambodia. Protagonist of the 2013 documentary "Open heart" by Kief Davison, Strada has written many essays and testimonials on his activity translated in several languages. In "Zona Rossa" with Roberto Satolli, he talks about Emergency's fight against Ebola centre of infection in 2014, which ravaged 3 African countries killing thousands of people and kept the world waiting with bated breath.

Bibliografia

"Pappagalli verdi. Cronache di un chirurgo di guerra", Feltrinelli, 1999 (2013)"Medici di guerra, invitati di pace", Guerini e Associati, 2002"Buskashi. Viaggio dentro una guerra", Feltrinelli, 2002 (2013)"Emergency. Un bambino chiamato ICU7", Guerini e Associati, 2002"Green Parrots. A War Surgeon's Diary", Charta, 2004"Zona rossa", con Roberto Satolli, Feltrinelli, 2015

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana