La Valle, Raniero

Persona

Raniero La Valle al Festivaletteratura 2015 ©Festivaletteratura

Raniero La Valle (Roma, 1931) è un politico, intellettuale e giornalista italiano. Laureatosi in Giurisprudenza, intraprende subito la carriera giornalistica, prima dirigendo "Il Popolo" e in seguito, dal 1961 al 1967, "L'Avvenire d'Italia". Dal 1969 al '71 cura per il quotidiano "La Stampa" la popolarissima rubrica "Uomini e Religioni". Intensa è anche la collaborazione con la Rai, per la quale produce diversi documentari e inchieste sulle zone calde del pianeta, dal Vietnam alla Palestina, fino ad arrivare alla guerra civile nell'Ex-Jugoslavia. È proprio il suo interesse per i temi della pace e della giustizia internazionale a portarlo a diventare giudice presso il Tribunale Permanente dei Popoli e a impegnarsi politicamente. Nel 1976 diventa parlamentare nelle file della Sinistra Indipendente e lavora fino al '92 nella Commissione Esteri e Difesa delle due Camere, dedicandosi in particolare alla riforma della norma dell'obiezione di coscienza. Nel 1978 fonda la rivista "Bozze", che dirige fino al '94. Fondatore della Scuola di Critica delle Antropologie 'Vasti', storico collaboratore di "Rocca" – periodico quindicinale della Pro Civitate Christiana –, è presidente dei Comitati Dossetti per la Costituzione e ha promosso il movimento Economia Democratica. È autore di diversi libri, tra cui: "Quel nostro Novecento" (2011) "Un Concilio per credere" (2013) e "Chi sono io, Francesco? Cronache di cose mai viste" (2015), resoconto dei primi due anni di pontificato di Papa Francesco.(foto: Festivaletteratura)

Raniero La Valle (Rome, 1931) is an Italian politician, intellectual and journalist. Graduated in law, he made his debut in journalism first as director of "Il Popolo" and then from 1961 to 1967 of "L'Avvenire in Italia". From 1969 to 1971, he edited for the daily "La Stampa" the very popular column "Uomini e Religioni". He collaborated with Rai, producing several documentaries and enquiries in various hot spots of the planet including Vietnam and Palestine and former Yugoslavia. In 1978, he created "Bozze" magazine, which he directed until 1994. He authored many books including "Quel nostro Novecento" (2011), "Un concilio per credere" (2013) and "Chi sono io, Francesco? Cronache di cose mai viste" (2015), a report on the first two years of Pope Francis's papacy.

Bibliografia

"Coraggio del Concilio. Giorno per giorno la seconda sessione", Morcelliana, 1964"Fedeltà del Concilio. I dibattiti della terza sessione", Morcelliana, 1965"Il Concilio nelle nostre mani", Morcelliana, 1966"Guernavaca. La sposa bella", Morcelliana, 1968"Dalla parte di Abele", Mondadori, 1971"Fuori dal campo", Mondadori, 1978"Dossier Vietnam-Cambogia", Claudiana, 1981"Marianella e i suoi fratelli. Una storia latinoamericana", con Linda Bimbi, Feltrinelli, 1984 (Icone, 2007)"Pacem in terris. L'enciclica della liberazione", Edizioni Cultura della Pace, 1987"Prima che l'amore finisca. Testimoni per un'altra storia possibile", Ponte alle Grazie, 2003"Agonia e vocazione in Occidente. Produrre, appropriarsi,dominare: alle radici del nuovo apartheid globale", Altra Economia, 2005"Se questo è un Dio", Ponte alle Grazie, 2008"Paradiso e libertà. L'uomo, quel Dio peccatore", Ponte Alle Grazie, 2010"Quel nostro Novecento. Costituzione, Concilio, Sessantotto: le tre rivoluzioni interrotte", Ponte alle Grazie, 2011"Un Concilio per credere", Ponte alle Grazie, 2013"Chi sono io, Francesco? Cronache di cose mai viste", Ponte alle Grazie, 2015