Marciano, Francesca

Persona

Francesca Marciano al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

Scrittrice e sceneggiatrice cinematografica, nata a Roma nel 1955, ha vissuto a lungo in Africa e si divide tra l'Italia e gli Stati Uniti. Ha recitato giovanissima in alcuni film di culto degli anni Settanta tra cui "Pasqualino Settebellezze" di Lina Wertmuller, "La casa delle finestre che ridono" e "Tutti defunti tranne i morti" di Pupi Avati. Dopo queste prime esperienze si trasferisce a New York, frequenta i corsi di regia della Lee Strasberg's School e inizia a lavorare come aiuto regista in piccole produzioni. Insieme a Stefania Casini dirige "Lontano da dove" (1983), lungometraggio presentato al Festival di Venezia e forte di un discreto successo commerciale, a cui segue la partecipazione al film collettivo "Provvisorio quasi d'amore" (1989). La sua autentica vocazione resta comunque quella di sceneggiatrice, professione a cui si dedica a tempo pieno dall'epoca della sua seconda regia, affiancando, tra i tanti, autori come Cristina Comencini, Gabriele Salvatores e Carlo Verdone, per i quali firma gli script di grandi successi cinematografici, da "Turné" (1991) e "Maledetto il giorno che t'ho incontrato" (1994) a "Io non ho paura" (2003) e "La bestia nel cuore" (2005). Di rilievo anche le sue opere di narrativa, scritte in inglese e tradotte in italiano, a partire dai romanzi "Cielo scoperto" (1998) e "Casa rossa" (Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice 2003) per giungere ai nove racconti confluiti nel volume "Isola grande, isola piccola" (2015). (foto: Festivaletteratura)

A cinema scriptwriter born in Rome in 1955, Francesca Marciano lived in Africa for a long time and she currently divides her time between the States and Italy. She acted in some cult movies in the 70's such as "Pasqualino Settebellezze" by Lina Wertmuller and "La casa dalle finestre che ridono" and "Tutti defunti tranne i morti" by Pupi Avati. After these experiences, she moved to New York where she attended the Strasberg's School and worked as assistant director for smaller productions. Together with Stefania Casini when directs "Lontano da dove" (1983) presented at the Venice Festival followed by "Provvisorio quasi d'amore" (1989). But her true vocation is that of scriptwriting, working with Cristina Comencini, Gabriele Salvatores and Carlo Verdone with "Turné" (1991) and "Maledetto il giorno che t'ho incontrato" (1994), "Io non ho paura" (2003) and "La bestia nel cuore" (2005). She also wrote books in English translated into Italian "Cielo scoperto" (1998) e "Casa rossa" (Premio Rapallo Carige for women's writers 2003) and "Isola grande, isola piccola" (2015).

Bibliografia

"Cielo scoperto", Mondadori, 1998"Casa rossa", Longanesi, 2002 (TEA, 2014)"La bestia nel cuore", con Giulia Calenda e Cristina Comencini, Marsilio, 2005"La fine delle buone maniere", Longanesi, 2007 (TEA, 2009)"Isola grande, isola piccola", Bompiani, 2015

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana