Nooteboom, Cees

Persona

Cees Nooteboom al Festivaletteratura 2016 - ©Festivaletteratura

Nato a L'Aia nel 1933, vive in costante nomadismo fra l'Olanda, la Spagna e la Germania, facendo del viaggiare il suo modus vivendi. È autore di romanzi, saggi, poesie, libri di viaggio e traduttore di poesia spagnola, catalana, francese, tedesca, oltre che di autori di teatro quali Tennessee Williams o Sean O'Casey. Il suo stile ricorda i romanzi-saggio di Borges e affascina per la grande capacità evocativa e la profonda riflessione sull'uomo e la sua esistenza. Il suo genere è una sorta di meta-letteratura, giocata sul tema del doppio e della scissione. Ha anche pubblicato libri di viaggio che raccolgono riflessioni e suggestioni evocate dai suoi viaggi a Bangkok e a Santiago. Tradotto in più di trenta lingue, Nooteboom ha ottenuto più di una candidatura al Nobel per la letteratura. Il 18 novembre 2009, presso il Palazzo Reale di Bruxelles, ha ricevuto dalle mani del re del Belgio Alberto II il Prijs der Nederlandse Letteren, il più importante premio letterario in lingua olandese. Tra i suoi ultimi lavori: "Il suono del suo nome" (2012), "Lettere a Poseidon" (2013) e "Tumbas. Tombe di poeti e pensatori" (2015), un dialogo intimo con i monumenti funebri dei filosofi e letterati che più hanno segnato la sua vocazione di scrittore. Nel 2016 è uscita in Italia la raccolta di poesie "Luce ovunque". (foto: © Leonardo Cendamo)

Born in The Hague in 1933, he lives in constant nomadism between Holland, Spain and Germany, making traveling his modus vivendi. He is the author of novels, essays, poetry, travel books, and a translator of Spanish, Catalan, French and German poetry, as well as playwrights such as Tennessee Williams and Sean O'Casey. His style is reminiscent of Borges' novels/essays and it is fascinating because of its great evocative power and the deep reflection on man and his existence. His genre is a type of meta-literature, playing on the theme of the double and the split. He has also published travel books which collect his reflections and impressions that have been generated by his travels to Bangkok and Santiago. Translated into more than 30 languages, Nooteboom has been nominated for the Nobel Prize for literature on more than one occasoin. On 18 November 2009, at the Royal Palace in Brussels, the King of Belgium Albert II awarded him the Prijs der Nederlandse Letteren, the most important literary award in the Dutch language. Among his most recent works are: "Il suono del suo nome" (2012), "Lettere a Poseidon" (2013) and "Tumbas. Tombe di poeti e pensatori" (2015), an intimate dialogue with the tombs of philosophers and writers who have marked his vocation as a writer. (photo: © Leonardo Cendamo)

Bibliografia

"Il canto dell'essere e dell'apparire", Iperborea, 1991 (2000)
"La storia seguente", Feltrinelli, 1993 (Iperborea, 2001)
"Rituali", Iperborea, 1993 (Fabbri, 2013)
"Come si diventa europei?", Linea d'Ombra, 1994
"Mokusei. Una storia d'amore", Iperborea, 1994 (1999)
"Verso Santiago. Itinerari spagnoli", Feltrinelli, 1994 (2008)
"Le montagne dei Paesi Bassi", Iperborea, 1996 (2011)
"Il Buddha dietro lo steccato", Feltrinelli, 1997
"Il giorno dei morti", Iperborea, 2001
"Le porte della notte", Edizioni del Leone, 2003
"Hotel nomade", Feltrinelli, 2003
"Philip e gli altri", Iperborea, 2005
"Perduto il Paradiso", Iperborea, 2006
"Gondole", Iperborea, 2009
"Le volpi vengono di notte", Iperborea, 2010
"Avevo mille vite e ne ho presa una sola", Iperborea, 2011
"Il suono del suo nome. Viaggio nel mondo islamico", Ponte alle Grazie, 2013
"Lettere a Poseidon", Iperborea, 2013
"Tumbas. Tombe di poeti e pensatori", Iperborea, 2015
"Luce ovunque", Einaudi, 2016

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana