Flanagan, Richard

Persona

RIchard Flanagan al Festivaletteratura 2015 - ©Festivaletteratura

«Nessun altro autore ci attira nella strana, terribile infinitezza degli esseri umani come Richard Flanagan» (Ron Charles, "Washington Post"). Originario della Tasmania, dove è nato nel 1961 e dove vive tuttora, Flanagan guadagna un ampio consenso tra i romanzieri anglofoni della sua generazione a partire dalla pubblicazione di "Morte di una guida fluviale" (1994), il cui protagonista, Aljaz Cosini, nell'attimo del suo annegamento rivive la propria storia e quella dei suoi antenati. Il romanzo viene accolto dal "Times Literary Supplement" come «uno dei più promettenti esordi della narrativa australiana contemporanea» e le qualità di Flanagan come prosatore trovano conferma anche nei successivi "Il suono della neve che cade", bestseller con oltre 150.000 copie vendute nella sola Australia, e "La vita sommersa di Gould", basato sulla triste storia d'amore tra l'artista inglese William Buelow Gould (1801-1853) e una giovane donna di colore. Nel 2003 Il libro ottiene il Commonwealth Writers' Prize e chiude idealmente quei primi lavori che lo stesso Flanagan descrive come «romanzi dell'anima». Un notevole cambio di registro prende corpo nella stesura di "La donna sbagliata", scritto in cui traspaiono le ansie e le paure dell'Occidente post 11 settembre, mentre "Solo per desiderio" verte sulle storie parallele dello scrittore Charles Dickens e dell'aborigena Mathinna. Con "La strada stretta verso il profondo Nord", ambientato durante la seconda guerra mondiale presso i campi di prigionia giapponesi e la tristemente nota Burma Railway, lo scrittore australiano ha dato vita a «uno straziante resoconto dei costi della guerra per tutti coloro che ne rimangono coinvolti», aggiudicandosi il Man Booker Prize 2014. Nel 2018 il romanzo "Prima persona" è stato pubblicato in Italia da Bompiani.

(foto: © Festivaletteratura)

«No other author draws us into "the strange, terrible neverendingness of human beings" the way Flanagan does» (Ron Charles, "Washington Post"). Born in Tasmania in 1961, where he lives and works, Flanagan gains a remarkable consideration among the anglo-novelists of his generation after the publication of "Death of a River Guide" (1994). The novel is the tale of Aljaz Cosini, a river guide who lies drowning, reliving his life and the lives of his family and forebears. It was described by "The Times Literary Supplement" as «one of the most auspicious debuts in Australian writing». Flanagan's qualities as a narrator came clearly into view also in previous books such as "The Sound of One Hand Clapping" (1997) – a major bestseller which sold more than 150,000 copies in Australia alone – and "Gould's Book of Fish" (2001), based on the life of the activist William Buelow Gould and his love affair with a young black woman in 1828. In 2003 the book won the Commonwealth Writers' Prize. Flanagan has described these early novels as «soul histories». His fourth novel was "The Unknown Terrorist" (2006), a brilliant meditation upon the post-9/11 world, while his fifth novel, "Wanting" (2008) tells two parallel stories: about the novelist Charles Dickens in England, and Mathinna, an Aboriginal orphan adopted by Sir John Franklin, the colonial governor of Van Diemen's Land, and his wife, Lady Jane Franklin. His most recent work, "The Narrow Road to the Deep North" (2013), won the 2014 Man Booker Prize.

(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

"La vita sommersa di Gould", Frassinelli, 2003 (Bompiani, 2016)

"Solo per desiderio", Frassinelli, 2009 (Bompiani, 2017)

"La donna sbagliata", Frassinelli, 2010

"Il suono della neve che cade", Frassinelli, 2011 (2013)

"La strada stretta verso il profondo Nord", Bompiani, 2015 (2016)

"Prima persona", Bompiani, 2018