Taylor, Benjamin

Persona

Benjamin Taylor al Festivaletteratura 2019 - ©Festivaletteratura

Raffinato critico letterario e amico di vecchia data di Philip Roth – che gli ha dedicato il romanzo Il fantasma esce di scena –, Benjamin Taylor ha pubblicato due romanzi (Tales Out of School e The Book of Getting Even), un'acclamata biografia di Marcel Proust (Proust: The Search) e un omaggio al Golfo di Napoli e al piacere del camminare (Naples declared: A Walk Around the Bay); ha inoltre curato una raccolta di saggi e una di lettere di Saul Bellow (There is Simply Too Much to Think About: Collected non fiction e Letters). Nel memoir Il clamore a casa nostra (2018), vincitore del Christopher Isherwood Prize for Autobiographical Prose, ha scelto di raccontare un anno speciale della propria storia familiare, traendo spunto dalla fatidica mattina del 22 novembre 1963, quando l'allora Presidente degli Stati Uniti d'America J.F. Kennedy termina il suo discorso all'Hotel Texas e si reca a Dallas, per poi cadere vittima di un attentato che cambia per sempre il volto di un'epoca. «Parte della meraviglia di questo libro – ha scritto Agatha French sul Los Angeles Times – è come un solo anno nella vita di Taylor finisca per rappresentare la sua totalità, che è una specie di microcosmo della magia del memoir, in cui una vita può rappresentare tutte le altre».

Bibliografia

Saul Bellow, Troppe cose a cui pensare. Saggi 1951-2000, a cura di Benjamin Taylor, SUR, 2017

Il clamore a casa nostra, Nutrimenti, 2018

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana