Barbujani, Guido

Persona

Guido Barbujani al Festivaletteratura 2016 ©Festivaletteratura

Guido Barbujani è genetista, scrittore e saggista. Prima di ricoprire la cattedra di Genetica all'Università di Ferrara, ha lavorato al CNR e insegnato negli atenei di Padova e Bologna, perfezionandosi come ricercatore al Mary Qeeen College di Londra e alla Stony Brook University di New York. Si occupa principalmente di genetica delle popolazioni e biologia evoluzionistica. Oltre a numerosi articoli scientifici, ha pubblicato diversi romanzi, tra i quali "Dilettanti" (1994) e "Dopoguerra" (2002). In "Questione di razza" (2003), ambientato nell'Italia del 1938, Barbujani ha utilizzato come pretesto la presunta scoperta della «razza padana orientale» fatta dal prefetto Mormino per ironizzare sul concetto stesso di razza, peraltro tema centrale di saggi come "L'invenzione delle razze" (2006) e "Sono razzista, ma sto cercando di smettere" (con Pietro Cheli, 2008). Nel 2014 ha scritto "Lascia stare i santi", un saggio che ricostruisce col ritmo di un romanzo il ritrovamento di un teschio senza testa nella Basilica padovana di Santa Giustina e le appassionanti ricerche per svelarne l'identità; nel 2016 ha contribuito alla stesura del volume collettivo "Contro il razzismo. Quattro ragionamenti". Il suo ultimo lavoro, uscito nel 2018 e scritto insieme ad Andrea Brunelli, si intitola "Il giro del mondo in sei milioni di anni".

(foto: © Festivaletteratura)

Guido Barbujani is a geneticist, writer and essayist. Before holding the chair of genetics at the Università di Ferrara, he worked at the CNR and taught at the universities of Padova and Bologna, before specialising as a researcher at Queen Mary University of London and Stony Brook University in New York. He mainly works with population genetics and evolutionary biology. In addition to numerous scientific articles, he has published several novels, including "Dilettanti" (1994) and "Daguerre" (2002). In "Questione di razza" (2003), set in Italy in 1938, Barbujani used the discovery of the "Eastern Padanian race" by the prefect Mormino as a pretext for an ironic look on the very concept of race, bringing into question his scientific research and the central theme of essays such as "L'invenzione delle razze" (2006) and "Sono razzista, ma sto cercando di smettere" (with Pietro Cheli, 2008). In 2014, he wrote "Lascia stare i santi", which reconstructs, with the rhythm of a novel, the discovery of a skull in the Basilica di Santa Giustina in Padua and the exciting research that was carried out to identify it.

(photo: © Festivaletteratura)

Bibliografia

"Dilettanti", Marsilio, 1994 ("Dilettanti. Quattro viaggi nei dintorni di Charles Darwin", Sironi, 2004)

"Dopoguerra", Sironi, 2002

"Questione di razza", Mondadori, 2003

"L'invenzione delle razze. Capire la biodiversità umana", Bompiani, 2006 (2018)

"Sono razzista, ma sto cercando di smettere" con Pietro Cheli, Laterza, 2008

"Morti e sepolti", Bompiani, 2010

"Lascia stare i santi. Una storia di reliquie e scienziati", Einaudi, 2014

"Contro il razzismo. Quattro ragionamenti", a cura di Marco Aime, Einaudi, 2016

"Gli africani siamo noi. Alle origini dell'uomo", Laterza, 2016 (2018)

"Il gene riluttante. Diamo troppe responsabilità al DNA?", con Liza Vozza, Zanichelli, 2016

"Il giro del mondo in sei milioni di anni", con Andrea Brunelli, Il Mulino, 2018