09/09/2004 - Dedicato a Kramer

IL CIRCO

2004_09_09_059

Piccoli idilli, quadretti di vita quotidiana, atmosfere nostalgiche che rimandano a luoghi lontani, descrivono i quattro musicisti impegnati in un 'viaggio sentimentale' che dal Circo prende le prime movenze. Lello Pareti, solido e affidabile contrabbassista, Stefano Cantini, lirico e dal fraseggio affascinante, Bebo Ferra, dal tocco incantevole e infine Antonello Salis, un vero 'mattatore', musicista del corpo e della mente, sono gli artisti che ci regalano questo godibile concerto ricco di belle melodie, di interessanti spunti improvvisativi e di nostalgici arrangiamenti. Presenta Gianni Coscia. Festivaletteratura si unisce all'omaggio a Gorni Kramer avviato dall'Assessorato alla Cultura della Provincia di Mantova.


English version not available

Italiano

Prime note. 'Prime lacrime'. È con questo testamento spirituale, lasciatogli da Kramer nel 1991 proprio a Mantova, che Gianni Coscia ci introduce nell'universo della fisarmonica di questo meraviglioso musicista. Entrano poi in scena Raffaello Pareti, allievo artistico di Coscia, Stefano Cantini e Antonello Salis che mostrano i meandri di una musica eccezionale e trascinante che nasce dall'armonia di una fisarmonica, un sassofono e un contrabbasso. Grande musica: nostalgica e allegra allo stesso tempo, malinconica e spensierata. Una serata fantastica dunque, in ricordo del mito di Gorni Kramer che purtroppo ha attraversato un periodo di immeritato silenzio. Ma soprattutto per la presenza di questo trio che ci ha regalato emozioni magiche.

1Luoghi collegati