11/09/2004 - Dedicato a Kramer


1. Daniele Di Bonaventura
 - 2. Casini-Fornaroli-Gibellini


2004_09_11_171

Le 'notti Kramer' di Festivaletteratura si concludono con due importanti tributi al musicista di Rivarolo Mantovano. Il primo intervento è quello di Daniele Di Bonaventura, compositore e arrangiatore, senza dubbio il migliore virtuoso italiano di bandoneon. A seguire l'esibizione della vocalist Barbara Casini, accompagnata da due grandi chitarristi quali Sandro Gibellini e Beppe Fornaroli. Conduce la serata Gianni Coscia. Festivaletteratura si unisce alle celebrazioni dedicate a Gorni Kramer promosse dall'Assessorato alla Cultura della Provincia di Mantova.


English version not available

Italiano

Quarto ed ultimo incontro dedicato a Gorni Kramer, artista la cui poetica ha saputo conciliare jazz e musica popolare. Presenta la serata il jazzista Gianni Coscia, legato a Kramer professionalmente ma anche da un forte vincolo di amicizia. Il primo omaggio è di Daniele di Bonaventura, che esegue al bandoneon, strumento del tango, diversi brani di Kramer, tra cui un adattamento del pezzo "Teresa e Laura", dedicato alle figlie. Segue Barbara Casini alla voce, grande interprete di musica popolare brasiliana, accompagnata dalle chitarre di Beppe Fornaroli e Sandro Gibellini, con l'esecuzioni di brani del Quartetto Cetra (tra cui "In un palco della Scala"). Esibizione intramezzata dall'interpretazione della canzone brasiliana "Una parola", in linea con le tematiche del Festival perché unisce musica, melodia e poesia: «Parola prima, sola, cruda, parola mia, materia mia, parola per avvitare profondamente cuore e pensiero». Conclude la serata un ultimo pezzo dell'artista eseguito dal trio assieme a Daniele di Bonaventura.

1Luoghi collegati