10/09/2004

Fabrizia Ramondino


2004_09_10_088

Fabrizia Ramondino è autrice di numerose prove narrative. Solo recentemente ha scelto di pubblicare le sue poesie, raccogliendo in "Per un sentiero chiaro" una produzione che copre il lungo arco di tempo che va dal 1956 al 2002, in cui ritornano temi come la natura e l'eros, ma anche lo sguardo su una Napoli quotidiana e domestica, con improvvise aperture su cieli ora infiniti ora opprimenti. Dialoga con lei Elia Malagò.



L'evento 088 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente il suo svolgimento era previsto alle ore 17:00.

English version not available

Italiano

Fabrizia Ramondino è da anni sulla scena editoriale come narratrice di storie di emarginazione, di infanzia, di femminilità ferita e coraggiosa. Parallelamente è autrice di una vasta produzione poetica finora tenuta in un cassetto, segreta. Solo di recente ha deciso di pubblicare una raccolta di poesie scelte fra le tante scritte nell'arco di più di quarant'anni, a cui ha dato il titolo "Per un sentiero chiaro". Poesie di intensa e fiera bellezza. Durante l'incontro, insieme ad Elia Malagò, l'autrice ha recitato alcune poesie, coinvolgendo il pubblico in un percorso interiore dove «le ombre sono il chiarore», dove «capovolgendo Freud, sepolto nell'inconscio c'è il conscio che sa e va a scavare dentro a ciò che è sommerso», dove «non ti abbagli la luce dell'angelo/ controlla che siano forti le sue ali», dove, dall'oscurità, emerge il sapore zuccherino di un chicco di melograno.

1Luoghi collegati