11/09/2004

ELFI, DRAGHI E PECORE NERE


2004_09_11_139

dai 10 anni in su


Perché essere diversi deve diventare un problema? Yorsh, il protagonista di "L'ultimo elfo" di Silvana De Mari ci mostra come la diversità è un'unicità da salvare anche a costo di combattere contro i pregiudizi e la cattiveria degli altri. Così, insieme ad Andrea Valente, si discuterà di ultimi elfi, ultimi draghi e ultime fenici e sull'unicità che appartiene a ognuno di noi.


English version not available

Italiano

La genetica contro il razzismo. È con questo argomento che inizia la conferenza per adulti e per bambini tenuta da Silvana De Mari e Andrea Valente. «Teniamoci i nostri difetti, perché sono il nostro punto di forza. Non dobbiamo sconfiggere la diversità, non è un nemico da combattere». Questo hanno voluto sottolineare i due protagonisti. E a sostegno di questa affermazione, Valente ha letto un vecchio racconto per veicolare un ben preciso messaggio: l'unicità di ciascuno di noi. Per non rattristarsi se siamo grassi o bassi, e se non assomigliamo ai modelli di oggi. Spingendosi nel campo dei libri, hanno ricordato che anche quello che leggiamo tutti noi è diverso, perché chi scrive e chi legge ha un cuore e una mente diversa da chiunque altro. Sono stati gli elfi, i draghi e le pecore nere gli esempi di unicità e diversità, che urlano senza paura: «diversi è bello».

1Luoghi collegati