06/09/2007

LE GUERRE NELLA GUERRA CIVILE SPAGNOLA


2007_09_06_036

«La guerra civile spagnola è stata molto spesso definita uno scontro fra la destra e la sinistra, ma questa è una semplificazione fuorviante. Ci sono almeno altri due aspetti fondamentali: il centralismo statale contrapposto all'indipendenza regionale e l'autoritarismo contrapposto alla libertà dell'individuo». Antony Beevor, uno dei più eminenti esperti di storia militare, grazie alle ricerche condotte negli archivi spagnoli, russi e tedeschi, getta nuova luce su questa pagina nera della storia del '900. Lo incontra lo storico Marcello Flores.


English version not available

Italiano
Inglese

La genesi di ogni conflitto è la paura. E anche nel caso della guerra civile spagnola, così dettagliatamente raccontata da Antony Beevor, è stato così. I repubblicani, dopo le vittoriose elezioni del 1936, per continuare a perseguire il sogno di una rivoluzione socialista; i nazionalisti (ceto medio, aristocrazia e clero) per paura di una rivoluzione in stile bolscevico; nel mezzo le autonomie locali, così radicate in Spagna ma senza un orientamento politico preciso. Nel caos di questa situazione, iniziò la guerra civile. Anche all'interno degli stessi schieramenti inoltre c'erano divisioni e vendette incrociate, ed ecco perché parliamo giustamente di 'guerre' all'interno di quella guerra. A livello internazionale la Spagna attirò l'attenzione di nazioni, con Italia e Germania militarmente a sostegno del generale Franco, e di moltissimi volontari idealisti, principalmente di sinistra e a sostegno dei repubblicani. La Gran Bretagna preferì, insieme alla Francia, rimanere neutrale, con conseguenze disastrose che rafforzarono indirettamente la Germania nelle sue mire espansionistiche. Dopo la vittoria di Franco, in Spagna iniziò un periodo terribile e oscuro con Stati Uniti e Gran Bretagna ancora schierate per la stabilità della regione nonostante gli orrori dei campi di lavoro e di ripetute violenze. Il conflitto così cruento e trasversale ha aperto una ferita che rimane ancora purtroppo aperta nella storiografia spagnola e soprattutto nel ricordo delle vittime di entrambi gli schieramenti.

1Luoghi collegati