08/09/2007 - I quattro elementi del cambiamento climatico


ENERGIA DAL SOLE / ENERGIA COME IL SOLE

2007_09_08_128

3. Fuoco


Nel Sole potenti reazioni nucleari producono l'energia di cui la Terra dispone per mantenere i delicati cicli naturali e per creare le riserve fossili che l'uomo sta rapidamente consumando. Ripensare la produzione energetica passa attraverso la riscoperta dell'energia del Sole: il fotovoltaico ne cattura la luce, la ricerca sulla fusione nucleare si propone di riprodurne i meccanismi. Emilio Martines (CNR, ASPO-Italia) e Francesco Roca (ENEA) racconteranno il loro lavoro nel campo delle nuove fonti energetiche e si confronteranno sulle prospettive del loro impiego. 


English version not available

Italiano

È una calda giornata soleggiata quella che accoglie la presentazione dal titolo "Energia dal sole / Energia come il sole" terzo appuntamento del ciclo "I quattro elementi del cambiamento climatico" con protagonisti Emilio Martines e Francesco Roca, entrambi fisici e impegnati nella ricerca sulla produzione di energia. L'intervento è per lo più di natura tecnica e gli argomenti cercano di spiegare la situazione attuale e di pronosticare quella futura. Le fonti di energia si dividono in rinnovabili e non rinnovabili. Tra le fila di quelle non rinnovabili troviamo il petrolio, autentica linfa della nostra economia. I problemi riguardanti il suo utilizzo sono molteplici ma si focalizzano cristallizzandosi in due domande: possono le sorgenti fossili contribuire alla produzione energetica nei prossimi anni? E poi: quanto durerà il petrolio a basso costo? L'urgenza di queste domande deriva dal fatto che il petrolio non è infinito e si raggiungerà un punto nel quale il costo dell'estrazione non potrà garantire i prezzi attuali. Da qui la necessità di trovare nuove fonti di energia con la consapevolezza di dover attuare uno sviluppo sostenibile, cioè riuscire a soddisfare i propri bisogni (in termini di energia naturalmente) senza compromettere i bisogni delle generazioni future. Indice importante di questo sviluppo è l'indice di sviluppo umano (HDI) considerato come la crescita della qualità della vita. È necessario studiare la crescita di questo indice meglio di quanto si faccia nei confronti del PIL (prodotto interno lordo) che indica solamente la crescita economica di una nazione. Proseguendo i due fisici hanno approfondito alcuni aspetti della propria indagine che riguarda il fotovoltaico per Roca e la fusione nucleare per Martines. In conclusione si trovano d'accordo nel sostenere che è necessario incentivare l'investimento per la ricerca se si vogliono ottenere fonti di energia pulita e sicura a prezzi concorrenziali. I primi risultati saranno a disposizione dei nostri figli. Forse è meglio non incorrere in superficialità. Ai posteri l'ardua sentenza!

1Luoghi collegati