08/09/2007

Antjie Krog con Itala Vivan


2007_09_08_163

Antjie Krog è una scrittrice sudafricana di lingua afrikaans. Figlia di una famiglia tradizionalista di proprietari terrieri, fece subito scandalo pubblicando al liceo una poesia dedicata al giorno in cui «neri e bianchi/mano nella mano» avrebbero portato la pace nel Sudafrica dell'apartheid. Krog è autrice di otto raccolte di poesie, non ancora tradotte in Italia. La sua è una poesia del concreto, dell'elementare, dei colori primari, di situazioni urgenti che invadono prepotentemente i territori della poesia. La presenta Itala Vivan, esperta di letteratura africana.


English version not available

Italiano
Inglese

Pomeriggio di versi al Chiostro di San Barnaba con Antjie Krog, presentata da Itala Vivan, esperta di letteratura africana: poetessa di origini africane, figlia di proprietari terrieri, la Krog è conosciuta per l'uso della lingua afrikaans nelle proprie opere. Scrittrice precoce, con alle spalle ben dodici raccolte in versi (di cui molte non ancora tradotte in Italia), Antjie è stata per due anni membro della Commissione per la Verità e la Riconciliazione nata in Sudafrica, esperienza grazie alla quale il proprio paese è riuscito a fare i conti con un momento cruciale e drammatico della storia africana.
Sensibile al ruolo del suono nell'esperienza poetica, la Krog porta ai lettori la realtà del molteplice, delle mutevoli esperienze di un passato doloroso, con un linguaggio semplice, diretto, dalle forti e marcate radici nella terra africana, in versi puliti che rimandano immediatamente ad un presente fatto di concretezza.

1Luoghi collegati

1Enti correlati