09/09/2007

COME PESCARE I LUCCI E CATTURARE I RAGNI


2007_09_09_204

dai 10 ai 13 anni


Bisogna avere un'abilità particolare per prendere i lucci nel fiume, e ancor di più per addomesticare i ragni di una cantina. Quella che sanno avere solo i bambini, quando si trovano da soli ad affrontare paure che sono più grandi di loro. Jutta Richter, grazie ai suoi libri, ha tutte le carte in regola per organizzare una piccola scuola per pescatori ("Un'estate di quelle che non finiscono mai") e domatori ("Quando imparai a addomesticare i ragni"). La incontra lo scrittore Andrea Valente.


English version not available

Italiano
Tedesco

Siamo nel Teatro di S. Leonardo per assistere alla presentazione dei libri: "Un'estate di quelle che non finiscono mai! e "Come addomesticare i ragni", che verranno presentati dalla scrittrice Jutta Richter. "Un'estate di quelle che non finiscono mai" parla di tre ragazzini, vicini di casa, che durante l'estate giocano sempre insieme. Uno di questi bambini ha la mamma ammalata e quando i tre vanno a pescare, lui vuole prendere un luccio sperando che sua madre possa guarire. La scrittrice ha affermato che per scrivere il libro ha impiegato molto tempo per il fatto di aver dovuto parlare di momenti veri e un po' tristi. Poi si parla di "Come addomesticare i ragni", che racconta di una bambina che ha come vicino di casa un ragazzino, che diventerà il suo fidanzato. Il ragazzo non piace a nessuno, perché è sgarbato, ma a lei piace perché le insegna a non avere paura dei ragni. Infine il giovane pubblico ha posto delle domande a Jutta, la quale ha affermato che per lei ogni storia è una realtà da scoprire. L'evento è stato molto bello è divertente, grazie all'umorismo della nostra scrittrice Jutta Richter.

1Luoghi collegati

1Enti correlati