11/09/2010

-SPR+ECO
. Formule per non alimentare lo spreco


2010_09_11_130

Dai 10 ai 99 anni

Che spreconi, che siamo! Al supermercato compriamo più cose di quelle che riusciamo a mangiare, e così una buona parte finisce nel bidone delle spazzature. E questo vale non solo per il cibo, ma per le medicine, per i vestiti, per tutto! La società dei consumi si è trasformata in società dello spreco. Andrea Segrè, ideatore del Last Minute Market, coadiuvato dall'ironia di Massimo Cirri e dai disegni di Francesco Tullio Altan, prova a spiegarci come si può fermare tutto questo, rimettendo in circolo quello che stiamo per buttare e trasformandolo in un'occasione di solidarietà.


English version not available

Italiano

All'evento -SPRECO +ECO hanno partecipato in numerosissimi e con il preside della prestigiosa facoltà agraria di Bologna Andrea Segrè, il disegnatore Francesco Tullio Altan e Massimo Cirri, si è parlato e riflettuto circa lo spreco, piaga di questa società, e le ragioni per cui si spreca tanto.
Alcuni temi trattati sono stati la fame nel mondo, l'obesità, lo spreco dal campo alla tavola, la vendita last minute che ogni supermercato dovrebbe adottare per i prodotti in via di scadenza. Grazie alla contagiosa comicità e alle illuminanti vignette, gli spettatori si sono molto divertiti e hanno aperto gli occhi, anche grazie ai dati statistici, su questa realtà. «Siamo noi a spingere il carrello o è lui a spingere noi?» chiede Segrè; infatti lo spreco è una questione culturale. Infine è stato lasciato spazio a domande, curiosità e anche qualche confessione sui nostri piccoli o grandi sprechi quotidiani.

1Luoghi collegati

1Enti correlati