05/09/2013 - Tracce

IL CIELO E MARGHERITA

2013_09_05_TR1500

Al Festival ha fatto girare i bambini come i pianeti del sistema solare, ha cercato la musica del cosmo, ha parlato di scienza e laicità. Margherita Hack nelle immagini dell'Archivio di Festivaletteratura e nei ricordi di Federico Taddia.

English version not available

Italiano

«Una vita rigorosa e spettinata»: è con questo ossimoro che Margherita Hack descriveva la vita che avrebbe voluto e sono proprio queste le parole più adatte a definire la Donna protagonista dello splendido ritratto che oggi Federico Taddia ci ha regalato in Piazza Sordello. Una serie di foto, video, citazioni e racconti che, come sottolinea Taddia, certo non bastano a raccontare Margherita, ma che riescono ugualmente a trasmetterne la voglia di vivere.
In quei trenta minuti si avverte con forza straordinaria la presenza di quella Marghe «che non aveva paura di morire perché non ha avuto paura di vivere»: è lei a farci ridere, a farci rilettere, a commuoverci. È lei la protagonista indiscussa dell'evento.

1Luoghi collegati

24Eventi collegati

1Enti correlati