08/09/2013

CARÊME DE PARIS. L'UOMO CHE CAMBIÒ I PIATTI IN TAVOLA

2013_09_08_216

Storia del grande rivoluzionario della cucina che, da bambino di strada, diventò cuoco di Napoleone, del reggente d'Inghilterra, dello zar di Russia e del finanziere Rothschild, seguendo le regole imparate da Talleyrand, Ministro degli Esteri francese che passò indenne attraverso i regni di Luigi XIV, Bonaparte, Carlo X. La diplomazia passa per la gastronomia. Edgarda Ferri ripercorre le vicende dell'autore di "L'Art de la Cuisine Française", alternando i racconti con le immagini delle superbe pièce montée di zucchero e marzapane, in cui Carême si ispirava alle raffigurazioni della sua epoca di piramidi e templi antichi.

English version not available

Italiano

Edgarda Ferri ha presentato la sua biografia del cuoco francese Antonin Careme. L'ha definita un libro di 'educazione alimentare' e allo stesso tempo la storia di una 'rivoluzione culinaria'.
Antonin Carême nacque nella Parigi della Rivoluzione e fu abbandonato a dieci anni dalla famiglia (aveva 17 fratelli). La sua storia è quella di un formidabile riscatto che l'ha portato dalla strada alla pasticceria, poi allo studio autonomo dell'architettura, quindi nelle grandi regge d'Europa, quelle dei Bonaparte, quella del Reggente inglese, quella dello Zar e ancora tra i 'bagordi' del Concilio di Vienna. Le opere di una vita (pittoresche le pièce montée che riproducevano monumenti, totalmente edibili ed alte fino a 9 metri!) che si incrociano alla frenetica vita di corte nell'Europa napoleonica e restaurata, svelando retroscena e strategie diplomatiche a base culinaria. Il sovrano francese faceva affidamento al camaleontico Talleyrand per 'sedurre' i suoi avversari. E Talleyrand si affidava a Carême. Gli allestimenti faraonici non furono però i suoi unici meriti: si impegnò infatti a 'sgrassare' la cucina cortese per evitare la diffusissima gotta, e introdusse la divisione fra portate nel pasto. La sua opera rappresentò un approccio più scientifico alla cucina, in rapporto anche con la medicina, che ha condizionato tutta la cucina moderna. La sua ascesa fu favorita dall'umiltà e dalla capacità di imparare qualcosa da tutti, ed è un modello di 'costruzione di un futuro' partendo dal nulla, a cui un giovane potrebbe sicuramente ispirarsi.

1Persone correlate

1Luoghi collegati

1Enti correlati