09/09/2015

LA MORTE DI IVAN IL'IČ

2015_09_09_011

di Lev Tolstoj Traduzione, lettura e commento di Paolo Nori, accompagnamento al pianoforte di Carlo Boccadoro

«E più c'era vita, più c'era del buono in essa. () L'unico punto luminoso era là, indietro, all'inizio della vita, poi tutto era diventato sempre più nero, sempre più veloce». Ivan Il'ič potrebbe essere un uomo del nostro tempo. È convinto che gli ingranaggi della società funzionino come è giusto che funzionino, e dunque cerca di fare carriera, asseconda i desideri dei suoi superiori, si sposa perché così si fa. Poi un giorno cade banalmente da uno sgabello e il suo corpo si fa sentire, soffre. La morte si affaccia sulla sua vita, e per Ivan cambiano le priorità, il modo di guardare all'esistenza umana. Un classico della letteratura universale riletto da Paolo Nori e Carlo Boccadoro per voce e pianoforte.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati